SCARPA MORTA “Dr Death” debutta con la macchina da suicidio stampata in 3D alla fiera funeraria

I membri del pubblico possono provare una simulazione di morte in realtà virtuale all’interno della macchina per suicidio “Sarco” alla Fiera funeraria di Amsterdam

SCARPA MORTA "Dr Death" debutta con la macchina da suicidio stampata in 3D alla fiera funeraria

Una “macchina del suicidio” portatile MORBID che consente agli utenti di terminare la propria vita in pochi minuti è ora aperta al pubblico.

Alla fiera funeraria di Amsterdam, i partecipanti potranno entrare nella capsula, conosciuta come “Sarco”, e fare per un giro di prova.

Nato dall’attivista settantenne di eutanasia Doctor Philip Nitschke (noto anche come “Australian Doctor Death”), il dispositivo stampato in 3D si riempie di gas per porre fine rapidamente alla vita di una persona.

Ma non prima di aver passato un test online per dimostrare che si è sani di mente e si vuole morire di propria spontanea volontà, si riceve un codice di accesso alla capsula valido per 24 ore.

Fortunatamente, la presentazione della macchina non offre la piena esperienza.

I funerali si svolgeranno indossando gli occhiali “VR” per la realtà virtuale all’interno del Sarco “per verificare se questa potrebbe essere la vita da interrompere”.

Attraverso gli occhiali della realtà virtuale i visitatori potranno scegliere una vista delle Alpi o del mare come ultima cosa da vedere, prima di premere il pulsante suicidio, che trasformerà tutto in nero.

Nitschke – che ha assistito a quattro suicidi in Australia alla fine degli anni ’90 sotto la breve vita dei diritti del Terminally Ill Act del 1995 – ha dichiarato: “Il Sarco permette di morire con eleganza e stile”.

Il dispositivo, annunciato ufficialmente dalla Fondazione Exit International di Nitschke in febbraio, è diviso in due parti: una base riutilizzabile e una capsula che può essere staccata e utilizzata come bara.

SCARPA MORTA "Dr Death" debutta con la macchina da suicidio stampata in 3D alla fiera funeraria

La capsula suicida stampata in 3D è l’invenzione del Dr Philip Nitschke (noto anche come “Australian Dr Death”) Credit: Central European News

Entrambi possono essere creati su una stampante 3D e assemblati ovunque.

La macchina è stata provata allo stesso modo da politici e assistenti sociali olandesi.

Un portavoce della hotline olandese per la prevenzione dei suicidi ha detto al Central European News: “Tutto ciò sembra completamente indesiderato per noi”.

MP Kees an der Staaij del Partito politico cristiano-conservatore dei Paesi Bassi ha dichiarato: “È orribile, il suicidio non è un’offerta promozionale e il suicidio è un reato nei Paesi Bassi”.

Sorgente:  Thesun.co.uk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *